1
     
  • Anziani
  • Dipendenze
  • Dipendenze2
  • Disabilita
  • Disabilita2
  • Famiglia
  • InvalidiCivili
3
2

 

 

Ossigenoterapia e altri farmaci

 

 

Ossigenoterapia domiciliare

Ossigenoterapia a lungo termine

La prescrizione di ossigeno terapia domiciliare a lungo termine (ossigeno liquido o concentratore di ossigeno) è prevista per i pazienti affetti da insufficienza respiratoria cronica.

 

Cosa fare
L'assistito deve recarsi all’Ufficio Protesica dell'Azienda Socio Sanitaria Territoriale di residenza con:

 

 

  • Piano terapeutico di durata massima annuale rilasciato da Medico Specialista pneumologo, anestesista o pediatra (per i minori) che opera in una Struttura pubblica o accreditata.
  • Tessera Sanitaria-Carta Nazionale dei Servizi (TS-CNS)

 

 

La Ditta fornitrice appaltata avvia l'assistenza a domicilio e garantisce le forniture periodiche di ossigeno oltre a tutto il materiale di consumo necessario al corretto trattamento (quali umidificatori, cannule nasali, maschere, prolunghe, unità portatile), la manutenzione dei dispositivi e mette a disposizione il numero verde 800 -210911 per eventuali emergenze.

 

L'assistito:

  • si attiene strettamente alle indicazioni terapeutiche dello Specialista (in particolare riguardo alle ore di trattamento e alla regolazione del flusso di ossigeno) evitando un utilizzo inappropriato del farmaco
  • comunica prontamente all'Azienda Socio Sanitaria Territoriale di residenza qualsiasi variazione (di residenza, domicilio, riferimenti telefonici; la necessità di recarsi all'estero, il ricovero ospedaliero di durata superiore a 3 giorni, il ricovero in RSA/RSD/Hospice, altre situazioni che comportino la sospensione o la chiusura del trattamento)
  • si rivolge allo Specialista per il monitoraggio del trattamento e per il rinnovo del piano terapeutico (validità annuale).

 

Ossigenoterapia a breve termine.
In caso di bisogno, il Medico di famiglia può prescrivere ossigeno gassoso per un utilizzo massimo di un mese. Se la necessità di ossigeno si protrae, la successiva ricetta medica deve essere preventivamente autorizzata rivolgendosi all'Azienda Socio Sanitaria Territoriale di residenza.

 

Chi trovi
Personale amministrativo e sanitario

Quanto costa
Non è previsto alcun costo per l'assistito.

 

Dove rivolgersi


Comune: Brescia
Indirizzo: Ufficio Protesica - Viale Duca degli Abruzzi, 11
Telefoni:  030 333 3726 / 3754

mail: protesica.bresciacentro@asst-spedalicivili.it
Orari: lunedì, martedì, giovedì, venerdì, dalle 8.30 alle 14.30 e il mercoledì dalle 8.30 alle 16.00

Informazioni dalle ore 9.00 alle ore 10.00

 

Comune: Rezzato
Indirizzo: Via Fratelli Kennedy,15
Telefoni: 030 2499834, 030 2499843

Orari: lunedì dalle 13.30 alle 15.00, martedì e giovedì dalle 8.15 alle 12.00
Note: presso Ufficio Protesica

 

Comune: Gardone Val Trompia
Indirizzo: Via Beretta, 3
Telefoni: 030 8915336, 030 8915203
Orari: martedì, mercoledì e venerdì dalle 9.00 alle 12.00
Note: presso Ufficio Protesica

 

Comune:  Gussago
Indirizzo: Via Richiedei, 8/B
Telefoni: 030 2499931 - 030 2499906
Orari: da lunedì a venerdì dalle 9,00 alle 12.00

 

 

L’Assistenza Farmaceutica

 

La prescrizione farmaceutica, a carico del Servizio Sanitario Nazionale, viene effettuata, preferibilmente, dal Medico o dal Pediatra di famiglia.

In caso di necessità, è compilata anche da Medici specialisti pubblici o da un Medico al quale l’assistito è ricorso in via eccezionale al di fuori del proprio Comune di residenza; dal Medico del Servizio di Continuità Assistenziale solo in caso di urgenza.

La ricetta del Servizio Sanitario (sia ricetta rossa che ricetta elettronica) consente il ritiro dei medicinali in qualsiasi farmacia della Lombardia. La ricetta ha validità 30 giorni fatte salve le diverse disposizioni di legge.

Ogni ricetta consente di ritirare 2 confezioni di farmaci. In alcuni casi è possibile la multiprescrizione fino ad un massimo di 6 confezioni per ricetta:

  • medicinali a base di antibiotici monodose
  • medicinali somministrati esclisivamente per fleboclisi
  • pazienti in possesso di esenzione per patologia o malattia rara, in tal caso il medico può prescrivere medicinali fino ad un massimo di sei pezzi per ricetta, purchè già utilizzati dal paziente da almeno sei mesi. In tal caso, la durata della prescrizione non può comunque superare i 180 giorni di terapia.

Sono classificati in 3 gruppi:

  • fascia A: medicinali gratuiti, ad eccezione della quota fissa per ricetta e dell'eventuale comparteciapzione rispetto al prezzo di riferimento.
  • fascia C: comprende medicinali che sono a totale carico del cittadino (ad eccezione di alcune tipologie di esenzione per le quali è prevista la fornitura gratuita); una parte di essi può essere acquistata anche senza ricetta;
  • fascia H: comprende medicinali di uso ospedaliero.

Limitazioni prescrittive: le Note AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco)

L’Agenzia Italiana del Farmaco ha introdotto alcune limitazioni prescrittive per un certo numero di farmaci "soggetti a nota".

Alcuni di questi farmaci sono erogati a carico del Servizio Sanitario Nazionale solo dopo la "Segnalazione di Diagnosi e Piano Terapeutico" redatta dal Medico Specialista. Una copia di tale scheda dovrà essere consegnata dall’assistito al medico curante, che provvederà ad effettuare la prescrizione sul ricettario regionale.

Il vostro Medico vi fornirà tutte le informazioni necessarie relativamente a questi farmaci.

 

 

 

ultima modifica:  13/02/2020
condividi: Condividi su FaceBook Condividi su del.icio.us Condividi su Segnalo Condividi su NewsVine Condividi su ReddIt Condividi su Google